Friday, July 4, 2014

Mine Vaganti

Sono a Roma al momento e ho deciso di prendere un minuto per scrivervi di un film che ho visto qualche anno fa. Sapete che non ho molto tempo per film italiani. È già una fortuna se li trovo sull'internet, perché non guarderei mai niente senza l'audio originale. Però ogni tanto trovo qualcosa de miei attori preferiti e allora non vedo l'ora di vederlo. In questo caso ho trovato un film della quale ancora non sono sicura se mia sia piaciuto oppure no...



Tommaso torna a casa per il fine settimana, pronto ad ammettere ai genitori (che di sicuro non saranno felici), di essere gay. Però purtroppo, nel minuto della verità, è invece suo fratello Antonio che decide di confessare al padre di essere gay. Il padre gli dice di andarsene e sofre un attacco cardiaco. Tommaso non solo è costretto a rimanere zitto, dalla paura di uccidere il padre se rivela che anche lui è omosessuale, ma deve anche rimanere a casa siccome la famiglia ha una fattoria dove c'è bisogno di aiuto dopo che il fratello viene cacciato. 
Nel frattempo, vediamo una giovane versione della nonna di Tommaso, che non ha potuto essere con la persona che amava e prova ad avvisare Tommaso a non commettere lo stesso errore. Tommaso incontra una ragazza che lo incanta dal primo secondo, eppure lui ha un compagno a Roma ed è insicuro dei propri sentimenti. Quando il suo ragazzo ed altri amici lo vengono a trovare, gli rimane di dire la verità al padre, però non è ancora sicuro dei suoi sentimenti e purtroppo la nonna muore. Il funerale alla fine è un incontro tra il passato e il futuro: un matrimonio e un funerale. Suo fratello Antonio ritorna, e con calma Tommaso sorride alla ragazza e al suo ragazzo.


Insomma... che é successo? Questo film è veramente strano... per prima cosa, mi è piaciuta perché era divertente. Il padre nemmeno si era accorto che tutti gli amici di Tommaso erano gay, e lui ha anche una sorella che gli rivela che ci ha già pensato però no, lei non è attratta alle ragazze. Il film è pieno con scherzi del genere e mi ha fatto ridere tanto. Peró alla fine la storia con la nonna non era al 100% chiara per me. Era bello vedere quelle scene vecchie, ma alla fine non ha per niente contribuito alla storia di Tommaso. Il fatto che anche lui era gay per me ha solo causato problemi. Intendo dire, non abbiamo nemmeno capito se era attratto a quella ragazza oppure no... Infine il film sarebbe stato meglio se lui fosse solo costretto a restare ed aiutare il padre, quando ovviamente vuole solo tornare alla sua vita a Roma. Essendo il secondo figlio, per anni ha potuto evadere la fattoria della famiglia perché c'era suo fratello. 
Ma così ha dovuto accettare una responsabilità che prima gli era sconosciuta. Secondo me una storia dove lui deve di nuovo conoscere la sua famiglia, compresa il passato della nonna (che sembra di voler tornare sulla superficie), sarebbe stato molto più interessante. Non voglio essere fraintesa, ovviamente il problema non era col fatto che lo hanno scritto come un ragazzo gay! Il problema era che secondo me neanche gli scrittori erano sicuri di cosa volevano! Voglio dire, quella ragazza... allora era attratto a lei? Oppure voleva solo un'amica? Oppure è bisessuale? Insomma non ho capito cosa volevano e questo, SOLO questo per me ha distrutto completamente la fine del film. 

Secondo me l'idea era geniale, però troppi personaggi... ho capito che era una grande famiglia, ma non c'é bisogno di introdurre ogni persona solo perché sono in tanti! Infine non solo la storia della nonna ma anche quella di Tommaso (il protagonista!!!) era perso perché c'erano troppi dettagli intorno a loro! Era un bel film, molto divertente e anche triste, però le proporzioni non erano esatte e per questo sono solo rimasta con un grande punto interrogative sopra la testa alla fine!

Se sei un fan di qualsiasi dei attori, allora guardalo, ti piacerà, e se lo hai già visto e hai un risposta per le domande che io mi sono posta, allora per favore scrivimi nei commenti!

_ _ _ _ _

Alba Brunetti - Nicole Grimaudo
La nonna - Ilaria Occhini

No comments:

Post a Comment