Monday, July 4, 2011

Roma, la cittá eterna

Dove potrei cominciare? C'é tanto da dire a poco tempo. Se guardo l'orologio vedo chiaramente che sono le due e mezza di mattino, e non sono molto veloce a scrivere, peró devo scrivere!
Via Del Corso, 437
Sono appena tornata da Roma, altro che cittá eterna direi che é la cittá delle chiese! Insomma possiamo dire, che per me Roma non é come per altra gente. C'é chi ci ha vissuto, chi lo chiama casa, chi lo chiama paradiso, chi ci ha fatto il turista e chi ci é nato. Dopo una lunga considerazione mentre mi lavavo i denti ho giunto alla conclusione che per me Roma é una batteria. Ti spiego, io mi annoio abbastanza facilmente, la mia camera é stata cambiata al minimo 15 volte in 4 anni. Nella mia vecchia scuola ero l'unica che cominciava a smontare la robba intorno a lei, poster, disegni, publicitá sui muri non duravano piú di qualche mese se mi ci mettevo io. Dopo 9 anni vissuti a Roma, dal 1998 al 2007 ho finito a non solo annoiarmi ma ad odiarlo piú di ogni cosa al mondo. Mi hanno detto "Ti mancherá, vedrai!", la mia risposta era abbastanza ovvia "Lo so, ma vorrei giá essere al momento quando non lo odio, ma mi manca."
Posso dirvi con sinceritá, nonostante io preferisca fare il turista in Italia, che dopo quattro anni, questo momento non arriverá mai!! Beh, sopratutto perché non me ne puó fregare niente di Roma, io in questa cittá potrei camminare ad occhi chiusi, me ne fotto sinceramente. Quello che mi manca con esattezza sono 6 persone. (+6, ma capirai dopo!)
Vai a Via Giulia 1, entri se il portiere ti fá entrare, destra, poi sinistra per l'ascensore. Al 4 piano vai a sinistra e la porta a destra era la mia casa. (Spero che tu sia un ladro se nó questa frase non ha niente senso!) Ho vissuto lá per ben 9 anni. Una volta quando l'ascensore era rotto avevo contato le scale, ma non riesco a ricordarmi adesso. C'é l'ambasciata francese accanto a noi, piú giú invece Campo Dé Fiori. La cosa che é importante ricordarsi é comunque la gelateria Blue Ice, il mio preferito! É subito accanto la pizzeria che ha pizza piú buona di Roma ad un prezzo abbastanza normale in confronto a tutti gli altri. Ma sará il fatto che io ricevo sempre degli sconti!
A questo punto sará interessante sapere perché io torno a Roma ogni tanto. Beh, per prima cosa i fumetti. Purtroppo la cultura giapponese non ha ancora l'impatto nella mia cittá come a Roma. Ma perché dico che Roma sia una batteria? Nei quattro anni passati, sono stata sfruttata per la mia voglia di far vedere al mondo di cosa sono capace (se t'interessa a cosa mi riferisco, guarda questa pagina del blog Gimnázium/Secondary School); la persona che amavo mi ha preso per gioco e mi usava come scusa per far vedere al mondo quanto normale lei sia in confronto a me; ma piú di tutto sono stata chiamata noiosa. La mia esistenza, il mio essere é stato definito come noioso. Posso dire che sono stati degli anni abbastanza difficile. Si, ho fatto tante amicizie, alcune delle quali sono sicura che dureranno per tanto, peró c'é un vuoto nel mio cuore quando non sono a Roma, un vuoto che non sono mai stata capace a riempire. Sto parlando della mia famiglia. Ti spiego!
Io adoro la mia famiglia, quella alla quale sono legata via DNA. Ma a dire la veritá, siccome mio padre lavora tanto, e dato che non mi piaceva molto stare seduta in casa, a crescermi, a rendermi la persona che ero all'etá di 16 anni sono state 4 donne stupende e i loro mariti. Adoro ognuna di loro piú di ogni cosa al mondo, e quello che odio piú di tutto e non poterli piú vedere ogni giorno. Perché mi mancano, mi mancano in un modo che non riesce a capire una persona che non abbiamo perso qualcuno nella loro vita. Andiamo in ordine, siccome non ho il permesso, non useró nomi, vedrai solo la lettera iniziale. Allora c'é K, la persona piú divertente del mondo. É stata la sua forza e voglia di studiare che mi ha fatto capire che mi interessa la fotografia, anche se devo dire che é molto-molto piú brava di me. Lei ha un suo modo di raccontare tutto unico che rende una storia trecento volte piú interessante di come sia. Poi c'é O. Beh, sará il suo modo di ridere quello che fece la sua strada dentro il mio cuore. Adoro parlare con lei, só sempre che mi ascolta e nasconde un'intelligenza negli occhi che non tanti possono dire di avere. Abbiamo la mia cara Zs, la madre nata! Ti dico il suo sorriso potrebbe fermare una guerra mondiale! Non c'é un'altra persona sul mondo che possa racchiudere tutto quel'amore in un sorriso! E poi... 
"Se non ho più parole nel cassetto
una poesia che non ho mai letto
un'avventura da raccontare quando non avrò più niente da dire
e quando andrò a piedi nudi per strada
comunque sia, comunque vada,
ogni volta che tornerò al mare avrò qualcosa da ricordare."
E poi ci sei te. Con te non so sinceramente dove cominciare! La mia M. Siamo amici da 11 anni noi due, eh beh ne abbiamo visti di tutti i colori! Ricordo tutto io, tutto. Diciamo che lei é stata l'influenza piú grande. Ho cosí tanti ricordi con lei che sono capaci di cancellare tutto quel dolore dei passati quattro anni. Non sono capace di parlare di solo un punto della sua personalitá che considero la piú importante, perché li adoro tutti! 
Poi quando sono a Roma c'é al bar Massimo e Michele, e come sempre le mie sorelle Valentina e Lucrezia. In questa cittá c'é solo gente che mi vuole bene, e per questo che só che se qualcuno non mi vuole bene, allora il problema é in loro, non in me! Per questo Roma é la mia batteria, perché ogni volta che vi rivedo mi date la forza di andare avanti, siete gente che non mi delude mai. Mi fate credere che c'é del meglio lá fuori e non solo gente disgustosa della quale non ci si puó fidare. 
Scuola Elementare
Emanuele Gianturco
Quindi se passo accanto al Pantheon, dó uno sguardo alla mia scuola elementare a quella media, poi mi dirigo verso il Montecitorio, poi arriva Via del Corso. Da lá puoi vedere ho uno straccio di Vittorio Emanuele II oppure la versione minuscola dell'obelisco sul piazza del Popolo. É raccomandato andare da quella parte, perché piú ti avvicini, piú vicino sará il Star Shop di Roma, una delle mie fumetterie preferite! :). Ma la cosa che rende tutto stupendo, é vedere il Popolo dal Pincio. Fú in quel momento, quando lo visi da lá per la prima volta che ho capito che voglio scrivere. Perché quella fú una vista che io devo descrivere! Devo trovare le parole che siano capaci a ridare il sentimento di stare lá a vedere quello che ho visto io! Vidi tanta gente, capí che siamo tutti soli, tutti destinati a capire cosa dobbiamo fare da soli. Tutti abbiamo una missione, un compito da compiere, uno che saremo capaci di ottenere a piccoli passi uno dopo l'altro. Non so dirvi cosa sará la mia destinazione finale, ma per ora il compito che mi é assegnato e tornare a Roma e stare con la mia famiglia, perché non c'é niente di piú importante di voi per me!

Photos by: AndrewAstonishing

No comments:

Post a Comment